Hey! Ti piacciono i contenuti di Esoteria?Supportaci con una donazione
Miti & Leggende

Brownie: I Folletti Scozzesi

2 Minuti di lettura

Secondo le leggende scozzesi i Brownie sono dei piccoli folletti, alti non più di 60 cm, dall’aspetto cavernicolo con ispidi capelli e pelle del volto tendenzialmente scura e raggrinzita dalle rughe, e abiti trasandati di colore marrone, dai quali deriva il loro nome. Sono creature fantastiche appartenenti al popolo fatato, in particolar modo al sotto gruppo di Hobgoblin. I Brownie sono una categoria di folletto ben nota in Scozia e in Inghilterra, terre da cui provengono. Per invitare un Brownie a farci visita, occorre essere di animo buono e rispettoso verso di loro. Sono difficili da convincere, ma una volta conquistata la loro fiducia, ovvero quando avrete dimostrato di essere gentili e cortesi, vi daranno il loro aiuto.

La tradizione vuole che i Brownie vivano nelle case degli esseri umani e, nottetempo e di nascosto, si occupino delle faccende domestiche in cambio di piccoli regali, di cibo (in particolare porridge, miele, burro e panna), o in generale di un occhio di riguardo nei loro confronti. In molte dimore tradizionali inglesi al Brownie di casa veniva riservata una sedia accanto al camino, talvolta addirittura un’intera stanza. Essi sorvegliano anche gli animali nelle stalle.Terminano volentieri i lavori lasciati a metà, e fanno i dispetti alla servitù pigra per indurla a darsi da fare. Sono anche in grado di rendere fertili le terre improduttive ed aride.

Come molti altri folletti, i Brownie sono rappresentati come esseri dal carattere difficile, suscettibili, e propensi, se contrariati, a diventare vendicativi. In particolare, non apprezzano ricevere pagamenti in denaro per i loro servigi, né tantomeno cose costose o abiti pregiati. Considererebbero tali doni un offesa, e se ne andrebbero dalla casa nella quale lavorano, per sempre. Il rapporto con i padroni di casa inoltre deve rimanere su un piano di disinteressata, reciproca cortesia. Di fatto è davvero raro riuscire a vedere un Brownie, e lo è ancora di più parlare con lui.

Sebbene siano principalmente elfi domestici, i Brownie si spingono anche nei luoghi aperti, in particolare allo scopo di tenere grandi assemblee, in cui parlano concitatamente, ad alta voce, spesso presso cascate e torrenti; cosicché le loro voci si sovrappongono e si confondono con il frastuono dell’acqua.

Una Leggenda Sui Brownie

In una fattoria a Cranshaws nel Berwickshire un tempo viveva un Brownie, che era sempre affaccendato a lavorare e dare una mano a chi aveva bisogno di aiuto.

Quando veniva il tempo del raccolto falciava il grano, lo batteva e infine impilava la paglia per l’inverno. Non chiedeva mai alcun compenso e si accontentava della piccola scodella di panna e porridge che gli veniva lasciata fuori dalla porta perché si sfamasse.

Il padrone e i lavoranti rispettavano il Brownie e gli erano grati per il modo in cui questi svogleva per loro alcuni dei lavori più duri. Poi un giorno un ragazzo, scioccamente, prese a dire che la paglia non era stata ben stivata nel pagliaio. Immediatamente il brownie si offese, e decise che questo metteva fine al suo soggiorno a Cranshaws, ma giurò che non se ne sarebbe andato prima di essersi vendicato per l’offesa subita.

A circa due miglia di distanza dalla fattoria c’era una roccia nuda, chiamata Raven Crag: nel buio della notte il Brownie infuriato prese tutta la paglia del pagliaio e la portò là in cima, poi la gettò tutta quanta giù dal precipizio gridando: “Non è ben stivata! Non è ben stivata! E allora non sarò più io a stivarla: mai più! La spargerò tutta sulla roccia di Raven, e dovranno lavorare un bel po’ per stivarla di nuovo!”

Potrebbe interessarti anche...
Miti & Leggende

Venerdì 13: Giorno Sfortunato o Superstizione?

5 Minuti di lettura
Il giorno di Venerdì 13 è sempre stato collegato a molti avvenimenti spiacevoli. Questo perché molti incidenti automobilistici ed altri sfortunati eventi…
Miti & Leggende

Racconto: La strega dei Bell

3 Minuti di lettura
Generalmente pensiamo al folklore e alla mitologia come originari di luoghi antichi e lontani, ma alcuni di essi sono abbastanza recenti da…
Miti & Leggende

Racconto: La Chiamata della Dea

6 Minuti di lettura
La Chiamata della Dea originale fu scritto da Doreen Valiente per essere usato nei riti gardneriani, ed è stato tanto amato dall’intera…
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni settimana gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito, così puoi rimanere aggiornato!

Rispondi

Total
0
Share